• Erasmus+ KA101 – School education staff mobility – Approvato il progetto presentato dal Consorzio costituito da Bertolucci – Marconi -Ulivi

    28 maggio 2019

    A febbraio 2019 il Consorzio appositamente costituto tra tre Licei Scientifici della città ha deciso di partecipare alla Call 2019 Round 1 KA1 – Learning Mobility of Individuals KA101 – School education staff mobility di Eramsus+ presentando il progetto S.TE.P.S. – Skilled Teachers for Proficient Students.

    In questi giorni l’Agenzia Nazionale Erasmus+ ha comunicato che il progetto presentato è stato approvato con votazione 98/100 e viene finanziato per 55mila euro.

    Il consorzio creato dai tre maggiori licei scientifici di Parma è nato dalla necessità comune di formare i propri insegnanti alla pianificazione di percorsi di apprendimento innovativi per lo sviluppo, valutazione e certificazione di competenze in linea con la Legge di riforma della scuola secondaria (107/2015). Da questo e dalla necessità di offrire una formazione in linea con la strategia di crescita e dell’occupazione dell’Unione Europea (ET 2020) è nato il progetto S.TE.P.S.

    Tradizionalmente l’istruzione nei licei è ancora fondamentalmente basata sull’acquisizione di contenuti teorici e radicata nell’apprendimento scientifico ed umanistico. Tuttavia, alcune profonde trasformazioni socio-culturali, economiche e di politica scolastica relativamente recenti, come la revisione dei Curricula e degli Esami di Stato, hanno significativamente inciso sull’assetto della formazione liceale e hanno reso necessario un serio ripensamento della didattica.

    
ll progetto S.TE.PS. si propone di offrire ai docenti una formazione altamente qualificata ed internazionale, attraverso corsi specialistici e attività di job shadowing presso scuole europee di eccellenza ed ha come obiettivo il miglioramento delle competenze di progettazione, valutazione e certificazione delle competenze di imprenditorialità e competenze chiave di cittadinanza, il miglioramento della capacità di mettere in relazione contesti di apprendimento formale, informale e non formale, il miglioramento della capacità di progettare ambienti di apprendimento innovativi e inclusivi anche grazie all’uso del digitale, con una mentalità rispettosa della privacy e della difesa della proprietà intellettuali.
I tre licei del consorzio aldilà di quello che sono le loro specificità intendono lavorare in modo cooperativo ed integrato, per questo è stato stabilito che almeno un docente per ogni scuola partecipi a ciascun flusso di mobilità.

    Nel progetto S.TE.P.S., articolato in più fasi, gli insegnanti parteciperanno a:

    1. attività formative in preparazione alla mobilità e alle attività programmate;

    2. corsi di formazione all’estero (2019-2020) sui seguenti temi:

    – Compenze imprenditoriali ( Spagna),

    – Competenze trasversali e sistema duale (Germania),

    – Project Based Learning and Competence Based Education (Danimarca),

    – Cittadinanza globale, interculturalità ed inclusione (Islanda), Cittadinanza digitale (Belgio);

    3. Job-shadowing (2020-2021) nelle scuole in Francia, Germania, Irlanda, Francia e Svezia.

    
I docenti coinvolti avvieranno attività progettuali e di sperimentazione interne ed esterne attraverso la pubblicazione dei materiali raccolti e delle unità di apprendimento prodotte durante le attività, a cui si aggiungerà l’organizzazione di un corso di formazione.

    La nuova professionalità acquisita dai docenti durante lo sviluppo del progetto avrà un impatto su una vasta comunità scolastica (351 insegnanti e 4307 studenti) e contribuirà a modernizzare il settore della formazione dei giovani.

    In questo modo il potenziale delle risorse messe in campo attraverso questo finanziamento verrà massimizzato e potrà garantire la sostenibilità del progetto anche a lungo termine.

    Non da ultimo, fra i risultati da conseguire, ci si aspetta di ridurre la competitività fisiologica fra istituti scolastici dello stesso tipo nella stessa zona a favore della cooperazione e della condivisione di buone pratiche.

    In ultima analisi, attraverso l’apertura a tutto tondo ad esperienze formative europee altamente professionalizzanti sia in presenza (corsi e job-shadowing) che online ( MOOC e Learning events) e in collaborazione con l’Università di Parma, si intende attrezzare gli insegnanti con le competenze necessarie per insegnare al “mondo di domani”.

    Il progetto ha durata biennale ed è finanziato per un 55mila euro.

    Il Liceo Bertolucci è la scuola capofila del Consorzio.